domenica, maggio 08, 2005

GALAN E LA NUOVA POLITICA

Riflessione. Qualche settimana fa Giancarlo Galan, eletto per la terza volta presidente del Veneto, ha catechizzato un gruppo di giornalisti che gli chiedevAno notizie sulla prossima giunta e sui rapporti con gli alleati politici. Lui rispose stizzito: "Ma basta! Noi abbiamo creato un modo nuovo di fare politica, più fresco. E voi siete qui a parlare di accordi, correnti....Ma finitela". Sarà. A me però questo "nuovo modo di fare politica" mi sembra così uguale a quello vecchio. Le elezioni sono passate da più di un mese e i partiti della Casa della Libertà ancora non si mettono d'accordo per le poltrone ma trattano assessorati e deleghe come mercanti arabi: "un tanto a me, un tanto a te, poco a lui, io però voglio di più, tre assessorati, no due, sì ma anche la presidenza del consiglio, no la vice presidenza non te la dò...".
Intanto rimaniamo in fiduciosa attesa della giunta regionale. Basta avere pazienza, prima poi i nostri prodi impareranno le regola di "questo nuovo modo di fare politica"...

1 Comments:

Anonymous nietzsche said...

E intanto lo avremo per 15 anni presidente della Regione, questo "uomo nuovo della politica"... Se lo lasciano punterà a battere il record di Papa Wojtyla, con il determinante aiuto degli elettori veneti... :-((

1:33 PM  

Posta un commento

<< Home