venerdì, giugno 03, 2005

TROPPO BELLA PER ESSERE VERA...

Purtroppo me ne devo fare una ragione, troppo bella per essere vera la storia dei soldati giapponesi della seconda guerra mondiale riemersi dopo sessant'anni dalla foreste dell'isola di Mindanao. Dopo pochi giorni arriva la smentita (grazie Belfagor):

"La recente notizia della comparsa di un soldato dell'esercito imperiale
giapponese, rimasto per 60 anni nascosto sulle montagne
dell'isola filippina di Mindanao, è stata smentita oggi dalla
polizia locale e dall'ambasciata giapponese a Manila.
Il 27 maggio scorso, alcuni diplomatici giapponesi e molti
giornalisti erano accorsi nella città portuale di General
Santos, nell'isola di Mindanao, per incontrare due presunti
soldati giapponesi ignari della fine della guerra e ancora
fedeli alla consegna di contrastare l'avanzata delle truppe
americane del Generale MacArthur.
Ma fino a lunedì scorso, tre giorni dopo che i funzionari
dell'ambasciata giapponese incaricati degli accertamenti erano
arrivati a General Santos, nessuno si era ancora presentato;
inoltre, le dichiarazioni del sedicente intermediario nipponico
- che aveva promesso di portare in città i due veterani
ottuagenari - erano risultate confuse e contraddittorie.
Martedì, però, sarebbe saltato fuori un terzo uomo. Alcuni
membri di una tribù locale hanno infatti portato a Manlungong
un vegliardo - questa volta in carne ed ossa - affermando che si
trattava di un soldato giapponese lasciato indietro durante la
guerra.
«Abbiamo il forte sospetto - ha dichiarato Robert Kunisala,
a capo dell'intelligence della polizia regionale - che si tratti
di un altro sbandato». Kunisala ha ammesso che alcuni
giapponesi hanno «effettuato prelievi di saliva e di capelli su
un uomo di 86 annì, proveniente da una tribù delle montagne
Magolo, ma ha escluso che possa trattarsi di un giapponese in
base all'aspetto fisico.
Alcuni membri della tribù B'laan hanno spiegato che l'uomo,
quando si era unito a loro 60 anni prima, si faceva chiamare
Uchi; ma secondo i giornalisti della Reuters che l'hanno
incontrato, Tenglo Tali (il suo nome attuale) non parla
giapponese e si esprime solo nel dialetto locale.
Secondo la stampa giapponese, i due presunti veterani
nascosti nelle foreste di Mindanao. che nessuno ha mai visto,
potrebbero essere Yoshio Yamakawa. 87 anni, e Tsusuki Nakauchi,
85, entrambi della 30/a divisione dell'esercito imperiale.
L'ambasciata giapponese a Manila non ha mostrato particolare
interesse per la vicenda.
«Un rappresentante da Tokyo è tornato a casa, e nessuno del
personale dell'ambasciata rimane a General Santos City», ha
dichiarato un funzionario politico dell'ambasciata.
(ANSA-REUTERS).

2 Comments:

Anonymous nietzsche said...

Uau! Una smentita grande quanto la notizia sbagliata. Da anni non vedo una cosa del genere su un giornale...

10:31 AM  
Blogger bucaniere said...

Infatti, il mio non è un giornale ma un modestissimo blog.

3:52 PM  

Posta un commento

<< Home