lunedì, agosto 29, 2005

KATRINA SUL PUT

Incredibile quello che sta accadendo negli Usa. Una città come New Orleans verrà evacuata. Il che vuol dire che un milione e mezzo di persone dovranno lasciare la propria casa. Il sindaco, a chi non potrà abbandonare la città, ha consigliato di rifugiarsi almeno al terzo piano di un qualsiasi edificio, le autostrade sono aperte solo in uscita. Il tutto perchè è in arrivo l'uragano Katrina, spinto da venti che raggiungono i 280 km/h, capaci di sollevare onde alte sei metri e anche più. Insomma, sembra uno di quei film catastrofici che tanta fortuna hanno al botteghino. Solo che qui è tutto vero.
Spostare un milione e mezzo di persone in pochissime ore: non oso nemmeno immaginare se una cosa del genere, per assurdo, dovesse capitare da noi. Vi immaginata il Put, la tangenziale, la Pontebbana, la Noalese, la Feltrina, il Terraglio sotto la pressione di tutta la gente di Treviso che si sposta contemporaneamente? Già la rete va in tilt per due gocce di pioggia o per il taglio di un albero... Non oso pensarci.

10 Comments:

Anonymous nietzsche said...

Due gocce di pioggia? No, ti sbagli, quella di sabato mattina a Treviso è stata una catastrofe che sarà segnalata sugli annali meteorologici planetari...

Oppure hai cambiato idea? ;-)

11:20 AM  
Blogger bucaniere said...

No, quello di sabato è stato un caso eccezionale, io parlo della pioggerellina primaverile, quella che tu conosci bene... :-))

4:02 PM  
Anonymous Anonimo said...

>quello di sabato è stato un caso eccezionale

Ripropongo la domanda che ti ho fatto altrove: e l'uragano Katrina, allora, che cos'è? Sono un po' a corto di aggettivi...

E non venirmi a dare risposte del tipo "è stato un caso eccezionale per Treviso", non ti faccio così provinciale ;-)

nietzsche

7:55 PM  
Blogger bucaniere said...

Guarda, ti ho già risposto da un'altra parte e non intendo più tornarci sopra. E comunque non è molto corretto fare una domanda e scegliersi anche la risposta, o decidere cos'è provinciale e cosa no. Io la penso in un modo diverso dal tuo e ho dati che sostengono le mie tesi, tu sei libero di fare quello che ti pare. :-)

11:02 PM  
Anonymous nietzsche said...

Potrò almeno scegliere che cos'è provinciale per me, spero...

I dati che sostengono le tue tesi dicono che siamo ben lontani dalla quantità di precipitazioni di altri momenti dell'anno e quindi che, se quelle precipitazioni cadono in due ore e la città si allaga, questo avviene per colpa di chi ha trascurato la città più che a causa del numero dei millimetri di pioggia. I dati, oltre ad averli, bisogna anche leggerli... ;-)

Io non sono libero di fare quello che mi pare, io parlo di fatti, non di aria fritta. Non parlare come se i tuoi dati, interpretati a tuo modo, siano il vangelo. Ogni tanto pensa che ci potrebbe essere un altro modo, altrettanto valido, di interpretare i tuoi stessi numeri.

Ho parlato, augh! Adesso ti lascio spazio per l'ultima replica, dal momento che il blog è il tuo, poi torniamo a parlare di calcio... :-))

nietzsche

P.s. Ogni tanto fai anche caso alle faccine, per esempio a quella che avevo messo dopo "provinciale"... ;-)

2:14 AM  
Blogger bucaniere said...

Vedo che continuiamo a non capirci e che sei l'unico che riesce a leggere questi dati nel modo giusto (in questi giorni non ho sentito molte interpretazioni come le tue, anzi nessuna e parlo di tecnici e non di politici). Meglio chiudere qui. :-))

11:13 AM  
Anonymous nietzsche said...

Nietzsche: "Ogni tanto pensa che ci potrebbe essere un altro modo, altrettanto valido, di interpretare i tuoi stessi numeri".
Lettura di Bucaniere: "sei l'unico che riesce a leggere questi dati nel modo giusto".

Bucaniere: "in questi giorni non ho sentito molte interpretazioni come le tue". E allora? Non significa che io sbagli, hai dimostrato soltanto che la penso diversamente da altri. Non è un delitto.

Scusa per la replica imprevista, ma, come diceva Oscar Wilde: "Riesco a resistere a tutto eccetto che alle tentazioni". :-))

3:03 AM  
Blogger bucaniere said...

Come volevasi dimostrare: hai sempre ragione tu. Vorrei essere come te...:-))

11:28 AM  
Anonymous nietzsche said...

Ionesco avrebbe messo la firma sotto questo dialogo :-))

Nietzsche: "Ogni tanto pensa che ci potrebbe essere un altro modo, altrettanto valido, di interpretare i tuoi stessi numeri".
Lettura di Bucaniere: "sei l'unico che riesce a leggere questi dati nel modo giusto".
[Ripetizione del commento che sta sopra]

Nietzsche: "hai dimostrato soltanto che la penso diversamente da altri"
Lettura di Bucaniere: "hai sempre ragione tu"
[nuovo "misunderstanding"]

Divertente, non c'è che dire. Stavolta non commento in alcun modo, metto soltanto le frasi una accanto all'altra, tanto perché si sappia che cosa ho scritto io e come hai interpretato tu quelle stesse frasi.

Ora ti lascio davvero l'ultima parola ;-)

3:53 PM  
Blogger bucaniere said...

Lo devo ammettere, con le parole ci sai fare. Sei molto bravo nel gioco dei bussolotti, nel prendere frasi da contesti diversi e accostarle, alla fine i conti ti tornano sempre.
Non voglio neanche più risponderti, i dati parlano di evento eccezionale e su questo non ci sono dubbi (lo dicono tutti, vigili del fuoco compresi; trovami poi un altro periodo dell'anno dove cadono 106 millimetri di pioggia in due ore) ma tu preferisci ignorarli e rifugiarti in spiegazioni un po' demagogiche (non ti offendere). Ma è inutile continuare, ognuno rimarrà sulle sue posizioni. Appuntamento per la solita birra. :-))

4:38 PM  

Posta un commento

<< Home