mercoledì, agosto 24, 2005

LA MANO DE DIOS




Ci siamo: Diego Maradona ha ammesso pubblicamente che, nei mondiali di Messico '86, segnò un gol di mano contro l'Inghilterra nei quarti di finale. Chi non se lo ricorda? Maradona sorprese un armadio come il portiere inglese Shilton, alto almeno una ventina di centimetri in più, saltando con il pugno sinistro appoggiato alla testa. Gol e proteste sfrenate degli inglesi, ma per arbitro e guardalinee fu tutto regolare (chissà se hanno più arbitrato, dopo...). Mardona non aveva mai ammesso di aver colpito con la palla con la mano, anche se tutte le immagini e i filamati evidenziarono il fallo. Ma in quei mondiali Maradona era un giocatore magico, tutto gli veniva concesso. E poi Argentina e Inghilterra si trovarono a giocare a pochi anni dalla fine della guerra per isole Falkland in un clima di grande tensione. La vittoria dell'Argentina fu una sorta di rivincita sul campo per una nazione intera. Ma Maradona barò, anche se quel gol, come quello del 2-0 (la partita terminò per 2-1) segnato sempre dal Pibe e giudicato il più bel gol di sempre, è passato alla storia. Qualche purista del calcio e signorino del regolamento storcerà il naso, ma quel pugno fu davvero "la mano de Dios" e ancora oggi così viene ricordato. Nessuno lo definisce "un fallo".

3 Comments:

Anonymous nietzsche said...

Scusate, non mi lego a questa schiera... Quello fu un semplice e prosaico fallo non visto dall'arbitro, come accade in molte partite. La cosa che fa più arrabbiare e mi fa dubitare di Maradona uomo (non parlo di Maradona sportivo, quello non esiste) è che lui abbia ripetuto anche a vent'anni di distanza di non essere pentito e abbia detto: "Chi ruba a un ladrone ha cent'anni di perdono". Bell'esempio davvero: non ho figli ma, se li avessi, li terrei ben lontani da uno come lui.

A proposito: Repubblica.it si sbaglia: Maradona aveva già ammesso di aver colpito con la mano (qui, per esempio) e non risulta, da una breve ricerca, che il tunisino Bennaceur si sia rivisto in qualche altro mondiale di calcio. Ovviamente...

3:21 AM  
Blogger bucaniere said...

Avrei scommesso su questa tua risposta e, tutto sommato, hai ragione. Ma certe "vigliaccate", ovviamente tra virgolette, hanno un sapore diverso dalle altre e passano alla storia (sportiva). Maradona ha sbagliato, ma non si è nascosto (anche a me sembrava che avessa già ammesso di aver commesso quel fallo) e in quel gesto, quel giorno, ha riassunto la voglia di rivalsa di una nazione umiliata militarmente dagli inglesi e moralmente dalla dittatura. Poi, per tutto il resto, possiamo condannarlo.

12:27 AM  
Anonymous nietzsche said...

Non hai vinto una scommessa difficilissima...

Non sono d'accordo soltanto su una cosa: al gesto di Maradona, che tutti consideriamo antisportivo, puoi attribuire tutti i significati reconditi che vuoi (che sono stati trovati dopo l'irregolarità e ai quali Maradona non ha certo pensato al momento di colpire con la mano, in quel momento lui pensava solo di tentare una furbata con poche speranze di successo), l'unico significato che secondo me quel gesto non ha mai avuto, neppure dopo, nella testa di Maradona è "la voglia di rivalsa di una nazione umiliata (...) moralmente dalla dittatura".

Magari mi sbaglio, ma Maradona ha sempre pensato "fottutissimi inglesi" e mai "fottutissimo Videla"

11:03 AM  

Posta un commento

<< Home