mercoledì, agosto 03, 2005

MARCONATO&GHERARDINI

Questo post avrei voluto scriverlo ieri sera, ma non ne ho avuto tempo. Questa mattina invece ho avuto problemi col computer. Adesso finalmente mi ci metto. Riguarda la vicenda di Denis Marconato, centro e capitano della Benetton Basket passato al Barcellona. La cosa era nell'aria da settimane (un bravo ai colleghi del Gazzettino che da almeno un paio di mesi vanno scrivendo di questo trasferimento senza lasciarsi impressionare e convincere da smentite quasi giornaliere) ma veniva sempre negata dal gm della Benetton Maurizio Gherardini. Solo una decina di giorni fa rispose così ad una mia domanda incentrata sul mercato di quest'anno, dominato dalla fuga verso la Spagna o la Russia di tutti i principali giocatori del campionato italiano. “E’vero _ disse Gherardini _ attualmente ci sono club, come quelli spagnoli o russi, con risorse enormi e che stanno investendo più del solito. Ma non vedo tutta questa fuga dall’Italia dei migliori giocatori, in fondo noi abbiamo detto no al Barcellona per Marconato e la Fortitudo ha fatto lo stesso per Basile".

Solo un paio di giorni prima, dopo aver presentato la campagna abbonamenti, lo stesso Gherardini disse davanti ad un gruppetto di giornalisti: "Il Barecellona ci dà un pacco di soldi alto così per Marconato, ma noi non lo diamo via. L'ho detto anche a Denis: ci dispiace ma ci servi per guadagnare i punti necessari per confermarci in Eurolega anche la prossima stagione e quindi rimani qui". Evidentemente il Barcellona non ha mollato la presa è ha aumentato l'offerta economica fino a farla diventare assolutamente irrinunciabile, come lo stesso Gherardini ha correttamente ammesso.
Un po' meno corretto, forse, è stato pubblicizzare una campagna abbonamenti per una squadra che presentava Marconato come perno e star indiscussa. Chi ha sottoscritto l'abbonamento, adesso che la star non c'è più, potrebbe avere qualche cosa da ridire.

2 Comments:

Anonymous nietzsche said...

Come si dice? Business is business? Pecunia non olet? Schei, schei e ancora schei?

3:53 AM  
Blogger bucaniere said...

Oppure: meglio un milione di euro oggi che zero centesimi l'anno prossimo?

5:23 PM  

Posta un commento

<< Home