sabato, ottobre 08, 2005

CON UN CALCIO COSI'....

Ci mancava solo questa: il decalogo del calciatore islamico. In realtà si tratta di una vera e propria fatwa emessa nel 2003 contro il mondo del calcio e pubblicata in agosto dal quotidiano arabo Al Watan. Ad avere la brillante idea il teologo saudita Abdallah Al Najad, che ha voluto fissare le regole per ogni buon musulmano interessato a scendere in campo. Regole che devono essere del tutto differenti da quelle occidentali. Eccole:
1) Le parole "fallo", "gol", "corner" sono vietate perchè inventate dai miscredenti.
2) E' necessario cambiare la forma delle porte eliminando la traversa.
3) Il campo non deve essere delimitato da linee bianche.
4) Le squadre non devono essere di undici giocatori: o di più o di meno.
5) Giocare per accrescere la forza in vista della jihad: non dividersi in due squadre e non rispettare la regola dei 45' minuti per tempo.
6) Proibito guardare le partite. Va bene giocare per rafforzarsi fisicamente.
7) Chi commette un fallo deve essere giudicato soltanto dalla legge islamica, l'arbitro non serve.
8) Se una finale termina in pareggio niente supplementari o rigori.
9) Vietato entrare in campo con magliette e pantaloncini: si devono usare tuniche o vestiti normali.
10) E' vietato abbracciare chi infila la palla "tra i pali".

E noi ci facciamo tanti problemi per cambiare la regola del fuorigioco.....

2 Comments:

Blogger KeVinBon said...

... spero non sia vero..

12:25 PM  
Blogger bucaniere said...

Purtroppo è vero, verissimo...

4:06 PM  

Posta un commento

<< Home